Camera del Lavoro Territoriale della provincia di Fermo
CONTRATTI LOCAZIONE A CANONE CONCORDATO ACCORDI TERRITORIALI, ATTESTAZIONE ED AGEVOLAZIONI FISCALI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 12 Giugno 2018 14:47

Gli Accordi Territoriali adeguati alle novità del DM 16.01.2017, per tutti i comuni della provincia di Fermo, sono stati, con grande soddisfazione, sottoscritti e depositati dal SUNIA Regionale di Fermo (Sindacato Inquilini nell’ambito del sistema CGIL) e dalle altre Associazioni degli Inquilini e dei Proprietari più rappresentative.

Tutti gli Accordi Territoriali hanno decorrenza il 01/06/2018 fatta eccezione per il comune di Fermo, primo ad essere stato depositato, con decorrenza 01/05/2018.

Il SUNIA di Fermo, sottolinea l’importanza degli Accordi Territoriali, unico  mezzo per poter stipulare Contratti a Canone Concordato, tipologia questa di affitto sempre più importante per il nostro territorio.

I canoni concordati infatti da una parte sono indispensabili per calmierare il mercato della locazione, permettendo agli inquilini di usufruire di un affitto a costi sostenibili  ed una detrazione fiscale più elevata, dall’altra sono strategici in quanto prevedono per i proprietari una fiscalità agevolata (cedolare secca al 10%, riduzione dell'IMU del 25% e dell’aliquota Imu previste e deliberate dalla pubblica amministrazione, sia centrale che comunale).

Il provvedimento, che interviene sedici anni dopo il precedente DM 30/12/2002, contiene rilevanti novità ed in particolare, l’introduzione dell’istituto della Attestazione di rispondenza del contenuto economico e normativo del contratto all’Accordo, anche con riguardo alle agevolazioni fiscali, riservata alle organizzazioni sindacali firmatarie dell’accordo e l’equiparazione all’attestazione dell’assistenza sindacale nella stipula del contratto.

In particolare si è ribadito che l’Attestazione, “possa essere effettuata indifferentemente sia da una associazione di inquilini” come il SUNIA di Fermo, “che di proprietari, purché firmatarie dell’Accordo locale” e che l’obbligatorietà fonda i suoi presupposti sulla necessità di documentazione alla pubblica amministrazione al fine di accedere alle agevolazioni fiscali. Ne consegue quindi l’obbligo per i contraenti di acquisire l’attestazione in caso “di verifica fiscale”.

Si precisa inoltre che in sede di compilazione del modello 730 e Redditi, tale attestazione, per i contratti di locazione stipulati prima dell’entrata in vigore del decreto (DM 16/01/2017) è non necessaria ai fini dell’agevolazione; per quanto riguarda i Comuni invece, si sono avute varie delibere che hanno posto come condizione per il riconoscimento della agevolazione sull’aliquota IMU, la presentazione dell’attestazione o di un contratto assistito dalle organizzazioni firmatarie l’accordo territoriale a prescindere dalla data di stipula del contratto.

Al fine di poter portare a definizione il lungo e proficuo lavoro svolto dalle associazioni degli inquilini e dei proprietari più rappresentative nel nostro territorio, Il SUNIA chiede che le Amministrazioni pubbliche di tutti comuni depositari degli Accordi che non lo abbiano già fatto, deliberino aliquote Imu agevolate in favore di coloro che sono in possesso di contratti a canone concordato; occorre che i contratti concordati rispettino effettivamente gli Accordi Territoriali per poter beneficiare della fiscalità agevolata.

Sunia Fermo c/o CGIL Fermo – Via dell’Annunziata, 1 - Fermo

Fermo 07/06/2018

 
Martedì, 23. Aprile 2019

Design by: LernVid.com